lunedì 21 maggio 2007

Kai Bandera, Bandiera Rossa, Drapeau Rouge, Red Flag




Umoristico e tragico, romantico e avventuroso, Kai Bandera incalza senza respiro, come un inseguimento.


ETIOPIA 1937: ad un anno dalla proclamazione dell'impero, gli italiani controllano solo Addis Abeba e pochi altri centri. Spadroneggiano ribelli e predoni, è tempo di massacri e saccheggi. I soldati "nazionali" partono e il controllo del territorio è affidato a bande di irregolari etiopi, ognuna al comando di un italiano.


ETTORE FORMENTO ha venticinque anni: un ufficiale ragazzo, solo in un paese immenso. Gli affidano la " Kai Bandera", cinquecento guerrieri raccolti dietro una semplice insegna: la loro rossa "Kai" bandiera "Bandera".
Deve diventare etiope tra gli etiopi. Agire da eroe è l'unico modo per farsi seguire; ci riuscirà così bene da meritarsi questo complimento: "Tu morto, tutta Bandera morta".
Per due anni conduce la banda attraverso altipiani maledetti, fiumi incantati, distese aride e selve oscure: terre di splendite donne e sanguinari combattenti capaci però di pietà cavalleresca: Sono drammi e risate, amori e tradimenti.
Crolla l'Africa Orientale Italiana e quelli di Kai Bandera sono tra gli ultimi a cedere.




Ettore Formento nasce a Dezzo di Scalve (BG) nel 1912. Nel 1935 è richiamato alle armi e spedito in Africa Orientale, dove partecipa a tutte le campagne dal 1936 al 1941. Ferito e decorato, è catturato dagli inglesi. Dopo la prigionia in Kenia, rimpatria nel gennaio del 1947 e riprende la carriera militare, dove giunse al grado di Capo di Stato Maggiore delle Forze Atlantiche Terrestri del Sud Europa.


Con il generoso aiuto di Silvio, sono riuscito a parlare con "la storia": con Ettore Formento...è stato emozionante sentire dalla viva voce di un combattente le sue avventure. Mi ha chiesto se l'Etiopia è cambiata e che gli piacerebbe ritornarci. Ci siamo lasciati con la promessa che mi riceverà a Brunate, dove vive attualmente. Grazie.

7 commenti:

  1. ciao mio caro come vanno le cose?ho visto le foto che mi hai mandato...molto carine..hai una faccia simpatica.
    Bacio
    Fra

    RispondiElimina
  2. Spero che questa mia abbia seguito:
    ho incontrato, casualmente, in internet il generale Formento Ettore.
    E' possibile avere notizie attuali di questo Signore ???
    Nell'attesa, cordiali saluti.

    RispondiElimina
  3. Ho letto di recente "Kai Bandera" e l'ho trovato un libro straordinario. è possibile contattare l'altrettanto straordinario autore? Avrei piacere di potergli comunicare tutto il mio apprezzamento. In attesa di una risposta cordiali saluti.

    Daniela Cristini

    RispondiElimina
  4. Daniela, non hai lasciato un tuo recapito. Contatterò per gli auguri di Natale Ettore Formento e gli chiederò se posso dare il suo telefono ad una sua ammiratrice.
    Ti prego inviami il tuo indirizzo email: certamente non scriverò il telefono privato di Formento sul mio blog.
    Spero tu capisca.
    Un caro e sincero saluto.
    Gianni

    RispondiElimina
  5. Ettore è mio zio. Per varie vicissitudini familiari ho perso i contatti con lui, so dove abita ma non sono sicuro che abbia piacere di rivedermi. Se qualcuno ha contatti con lui e gli può accennare di questo mio messaggio, nel caso in cui lui lo desiderasse sarei felice di reincontrarlo.
    Alberto
    erre.emme.rivettatrici@gmail.com

    RispondiElimina
  6. carissimo,i miei complimenti per questo sito.Foto fantastiche!Ho reperito l'indirizzo in un libro di Collaredo sulle Camicie Nere dove sono ospitate alcune foto tue di Passo Uarieu.Navigando nel sito ho trovato questo appunto su Formento.
    Ho letto il suo libro Kai Bandera.Sarebbe fantastico poterlo incontrare.Pensi si possa fare?
    grazie Andrea Franco
    dimenticavo l'indirizzo e mail
    andy.franco@libero.it

    RispondiElimina
  7. il 3 Novembre 2010 il Generale Ettore Formento ha lasciato a noi i suoi ricordi ed è tornato nei luoghi in cui potrà ricominciare a vivere nuove e bellissime avventure.

    RispondiElimina