martedì 16 gennaio 2007

La ex base della Cooperazione Italiana, L'ex base de la Coopération Italienne, The old base of the Italian Cooperation





Pompa montata dalla Cooperazione Italiana in panne da anni. A dieci metri La Cooperazione Giapponese ha perforato un altro pozzo...non poteva riparare la pompa in panne del pozzo perforato dalla Cooperazione Italiana...che spreco di denaro. Nel villaggio esistono in totale tre pozzi perforati dall' Italia ed a fianco altri tre pozzi dal Giappone, per 1000 abitanti. Poi nella savana la gente muore di sete poiché non esistono pozzi. Strano comportamento dei Donatori e dei Beneficiari che insieme scelgono la via da seguire.
Pompe installée par la Coopération Italienne en panne depuis de nombreuses années.


Base della Cooperazione Italiana, particolare delle abitazioni.
Les maisons.



 Panorama della base in piena attività. Vue sur la base en pleine activité.


Fiat Campagnola rottamate. Fiat Campagnola démolies.

 Tutto è stato spianato. Tout à été rasé.

 
 Sonda di perforazione pozzi, la numero 3.2 è stata completamente smantellata.
La sonde 3.2 démolie.


E' stata veramente una stretta al cuore. Non immaginavo mai che il fiore all'occhiello della Cooperazione Italiana degli anni '90 era stata ridotta ad un cimitero di rottami. Ce ne siamo andati: ecco il risultato. Eppure si. E' quello che hanno visto i miei occhi increduli, é che ancora non é stato degerito del tutto.
Di sano c'é rimasto solo il muro perimetrale, il serbatoio dell'acqua potabile e il capannone metallico che ospitava l'officina meccanica. Piano piano mi sono ripreso, sono arrivati dal villaggio vicino i miei ex collaboratori ancora rimasti: alcuni sono partiti in cerca di fortuna altrove ed altri sono gia' passati a miglior vita. Tutti hanno voluto raccontarmi il loro dolore. Magono' l'autista dell'Iveco 300, paralizzato e poi deceduto; Guindo, guardiano, ex militare, aveva combattuto in Indocina con i francesi; Seydou , il giardiniere; Diarrà, l' elettrauto. Mory non ha più trovato un lavoro come autista e adesso fà il guardiano. Sebastien, il cuoco.
Tutto é stato portato altrove, come i camion, le automobili, i gruppi elettrogeni, i pezzi di ricambio, tutte le attrezzature dell' officina, le arredi delle abitazioni e degli uffici. Le case sono state distrutte parte dai vandali e parte dall' abbandono. Attualmente al suo interno sono ben esposti, vicino all'ingresso, tutti i rottami di automezzi di proprietà della EDM (Energie Du Mali). Qualcuno, a Bamako, mi ha detto se avevo visto tutte le carcasse dei mezzi lasciati dagli Italiani...(non mi sembra giusto). Pazienza. C' est l' Afrique.


J’ai vraiment eu un pincement au cœur. Je n’imaginais pas que cette belle réalisation de la Coopération italienne fut réduite en un cimetière. Et pourtant, c’est bien ce que j’ai vu et je ne l’ai pas encore digéré. Seul, le mur d’enceinte est resté debout ainsi que le château d’eau et le hangar qui abritait le garage et la carrosserie. Tout a été démonté et emporté : les groupes électrogènes, l’outillage, les maisons et les bureaux préfabriqués ainsi que l’ameublement qu’ils contenaient. De tous les véhicules, seules restent quelques carcasses. A Bamako, quelqu’un a prétendu que c’étaient les italiens qui avaient laissé les carcasses. Je trouve cela fort injuste…. mais c’est l’Afrique.
Peu à peu, du village voisin sont arrivés quelques anciens collaborateurs. Tous m’ont donné des nouvelles des uns et des autres : Magono, le chauffeur de l’Iveco 300. Guindo et Seydou, les jardiniers. Diarra, l’électricien auto. Mory le chauffeur du minibus. Sébastien le cuisinier.

4 commenti:

  1. ma che ti aspettavi? dai che anche tu che conosci l'Africa sapevi che andava a finire così.
    dici bene: c'est l'Afrique...

    RispondiElimina
  2. ma se è vero quello che dici, allora mi domando se vale la pena ancora elargire soldi.

    RispondiElimina
  3. spero che in tutta l'Africa non sia così..

    RispondiElimina
  4. Beh se lavorari o lavoro èer la cooperazione di quanto dicci quanto prendi per tutto questo? naturalmente non è colpa tua, ma non è mai colpa di nessuno..... io faccio il volontario a zero lire e non pretendo che la gente faccia lo stesso... ma almeno non fare le vittime... il MAE Ministero affari esteri italiano ha uno strano record.. più che la Svizzera piu che il Lussemburgo concentra il più alto numero di milionari in Europa.. LO sai vero? lo sapete vero?

    RispondiElimina